Non ho radici, ma piedi per camminare

Giacomo Picchi

Collage digitale fotografia

Un progetto fotografico sulla Maremma contemporanea. Okay: ma cosa vuole dire essere contemporaneo?

Penso alla contemporaneità come a quel filo che unisce ciò che eravamo e ciò che potremo essere. È il braccio teso in aria di Michelangelo, tra l’idea nella sua testa e la scalpellata sul marmo bianco del David. Quel tempo in cui – allo stesso momento – ogni cosa già è, e insieme non è ma potrà essere. Un progetto da realizzare, un amore da conquistare, un obiettivo da raggiungere: tutte condizioni che sono già frutto di un pensiero, ma ciascuna ancora da far germogliare, e da parte nostra e di nessun altro. La contemporaneità, dunque, è anche una grande opportunità. Abbiamo l’occasione di procedere con il tempo, costruendo e costruendoci, invece che restare seduti a farci catapultare in un oggi che non ci appartiene. Opporci alla nostra statica solitudine,e muoverci. Possiamo infatti scegliere di accettare quanto già è intorno e dentro di noi, e impegnarci affinché ciò si trasformi in bellezza, nella nostra bellezza. Con questo lavoro, per la cui realizzazione devo ringraziare le mie Nina e Totta, ho cercato di rendere in fotografia un simile movimento, insieme a tutte le sue imperfezioni, disarmonie, incertezze, storture, inciampi, ma senza mai perdere quella voglia di guardare cosa c’è dopo. La multiforme Grosseto – con il mare, la montagna, i borghi e la campagna – come i nostri multiformi animi; la ricerca di una sintesi che ci possa far osservare l’alba (proprio come in queste foto) godendoci l’oggi e sperando nel domani. Vivere, non sopravvivere, e vivificare: non ho radici, ma piedi per camminare.


Non ho radici, ma piedi per camminare

Giacomo Picchi, 21 luglio 1999, è nato e cresciuto a Grosseto, dove continua a vivere insieme ad una notevole mole di altri animali, di specie umana e non. Ama l'arte, lo sport e la cioccolata, mentre con lo studio porta avanti una battaglia ormai pluridecennale; leggenda narra, tuttavia, che alla versione di greco della maturità abbia preso il massimo dei punti. Di conseguenza, è maturato, ma non maturo, studia Giurisprudenza all'università di Siena e ogni mattina, come tutti, si alza sperando che arrivi presto la domenica.

WhatsApp Image 2022-08-29 at 14.54.54.jpeg